Manchette
lunedì 22 Luglio 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Bari, la Levante Azzurro under 16 è campione di Puglia: futuro sempre più roseo

La Levante Azzurro è campione di Puglia, dopo aver vinto i gironi provinciali e regionali, si è ripetuta alle fasi ad eliminazione diretta.

Prosegue il viaggio tra le eccellenze sportive calcistiche a livello giovanile di Bari e provincia. In questo caso i primi della classe nella categoria under 16 sono stati i ragazzi della Levante Azzurro che si allenano presso il “Levante Center” di Japigia. L’asd del presidente Raffaele Cesario che da anni è una delle società giovanili più osservate dai club professionistici pugliesi (e non solo), anche quest’anno è arrivato in fondo alle competizioni agonistiche. Merito sicuramente di un club che con il proprio staff tecnico, consente di poter lavorare in una determinata maniera, ma anche del direttore e responsabile tecnico, Leo Gironda e di tutte le componenti societarie. Una cavalcata trionfale dall’inizio alla fine.

Leadership costante

Alla fase provinciale la Levante Azzurro ha conquistato venti punti frutto di 8 vittorie, nessun pareggio e una sola sconfitta, davanti all’Invictus Lam, distanziata di quattro punti e la terza, l’Olimpia Gravina, mentre più distaccate quarte e quinte, Toritto e Accademy Gravina. Si sono distinti nella classifica cannonieri della stessa fase provinciale: Matteo Lorusso, autore di ben 11 reti e con 6 Pietro Maggipinto, Michele Intini, Antonio Manzari e Nicolavito Gravina con 4 gol. Numeri “monster” che si sono ripetuti nella fase regionale in cui la Levante Azzurro si è imposta con 25 punti conditi da ben 8 vittorie, un pari e una sconfitta, piazzandosi davanti alla Virtus Calcio Foggia e Virtus Palese, le prime dirette inseguitrici che però hanno totalizzato rispettivamente 17 e 16 punti, mentre le altre più distaccate cioè Accademy Andria, Cosmano Sport e Invictus Lam. In questa seconda tranche di torneo (regionale, ndr) tra i marcatori della Levante Azzurro si sono distinti: Manzari e Maggipinto (entrambi a quota 8 reti) e a 6 gol, Angelo Soldano e con 4 Michele Intini. Una leadership che si è ripetuta anche in semifinale sbaragliando con un complessivo 6-0 il Real Putignano (tra andata e ritorno). Nella finale secca hanno vinto per 3-0 con la Pro Calcio Bari, con le reti di Pizzo e due di Bernardis.

Leo Gironda, direttore tecnico

Il direttore e repsonsabile dell’area tecnica, Leo Gironda ha detto: «Abbiamo avuto una squadra che sin dall’inizio ha dato l’impressione di poter fare qualcosa di importante. Un gruppo costruito da tempo che quest’anno è stato integrato con degli elementi di grande valore che si sono aggiunti, alcuni dall’inizio della stagione qualcun altro in corso d’opera. Nel corso degli anni i ragazzi che già erano con noi sono cresciuti molto tecnicamente e formandosi come uomini. Un contributo notevole glielo ha dato il nuovo mister che è entrato a far parte della nostra della nostra società. C’è stato un percorso netto già dalla prima fase proseguito nella seconda ed anche nella fasi finali dove obiettivamente non abbiamo dato spazio a nessun tipo di contesa, sempre però rispettando i nostri avversari. Contenti naturalmente di come è andata la finale che è un po’ lo specchio di tutta la stagione di cui siamo orgogliosi e soddisfatti. Sono convinto che per alcuni di loro ma ritengo che ve ne siano parecchi pronti per approdare in società professionistiche e semiprofessionistiche. Alcune società si sono già affacciate e un motivo in più per complimentarmi con il nostro staff: grazie al mister Vito Gernone, al prof. Leo Fasano che ha svolto un encomiabile lavoro come preparatore atletico e al preparatore dei portieri Nicola Di Mario, che riconfermeremo all’interno della nostra società».

Mister Vito Gernone

Il tecnico della Levante Azzurro, Vito Gernone «I ragazzi sono stati bravissimi a sposare il nostro progetto tecnico così come ho fatto io perché ero nuovo. I nostri atleti hanno seguito tutti i dettami tecnico-tattici, merito anche di un grande staff con il quale altamente professionale e compatto in tutte le decisioni oltre ad avere una società che non ci ha fatto mancare nulla e dato il loro supporto senza interferire nelle scelte tecniche, perché grazie di cuore al nostro direttore tecnico al presidente esteso anche a coloro che hanno dato il proprio contributo. La soddisfazione ancora più grande va oltre la vittoria del campionato regionale, ma la crescita esponenziale di gruppo e individualmente dei ragazzi. Questo valore e risultato è la vera vittoria per noi dello staff tecnico e della società perché molti di questi ragazzi potranno approdare nel calcio professionistico e a mio avviso, al di là del titolo vinto, sono tra i migliori in Puglia, per progettualità tecnica e cresciuti dal punto di vista umano e comportamentale che non è poco, se vorranno ambire a un salto di qualità che meritano ampiamente. Sarò il loro primo tifoso quando saranno approdati a squadre professionistiche, un traguardo meritato per e dalla società».

«Molti nostri atleti faranno il salto di qualità, tra serie C e D»

I ragazzi della Levante Azzurro si preparano ad affrontare la finalissima con la Pro Calcio Bari vinta per 3 reti a 0 con gol di Bernardis e doppietta di Pizzo| Foto Levante Azzurro.

Il numero uno del club, Raffaele Cesario ha detto: «Al di là delle vittorie che arrivano quando semini e sono arrivate anche negli anni, mi sforzo di andare oltre. Quest’anno siamo arrivati in fondo a tutte le competizioni, con tre squadre in finale e una l’under 14 fermatasi in semifinale. Non possiamo che essere soddisfatti e orgogliosi. Ci sono ottime possibilità che molti dei nostri ragazzi potranno calcare campi nei dilettanti e professionismo. In Puglia si compie una grossa a lanciare ragazzo nelle società professionistiche e le più presenti sono Lecce, Bari e Monopoli e poco altro. Ma spero si potrà superare anche questo step e superare la realtà dilettantistica in cui ci troviamo. Ringraziare tutto il mio team, staff, genitori e in primis i ragazzi per quello che hanno compiuto. ‘Questo è il calcio’».

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli