Manchette
venerdì 19 Aprile 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Bari, Mignani maschera la delusione: «Nel ritorno daremo tutto per ribaltare il risultato» – HIGHLIGHTS

Michele Mignani ha cercato di contenere la delusione commentando la sconfitta dei suoi a Bolzano: «Non credo ci sia mancato coraggio, siamo stati pensierosi. Quando trovi una squadra che ti aspetta senza venirti a prendere pensi che non sia giusto forzare e far passare il tempo perché c’è un’altra partita – ha detto ai microfoni di Telebari -. Se non avessimo preso il gol su una delle poche occasioni concesse saremmo andati a casa con un altro pensiero di questa partita. Non siamo abituati a giocare partite di andata e ritorno ma nessuno mi dice che se fossimo stati più coraggiosi non avremmo prestato il fianco alle loro ripartenze. Dovevamo fare la partita giusta, cercando di far male e di subire il meno possibile. Lo abbiamo sempre fatto. Nel girone di ritorno la partita che abbiamo fatto è stata molto simile, ma in quel caso abbiamo segnato noi».

Nonostante l’impiego di tre punte il Bari ha faticato a creare pericoli: «Loro si abbassano ti concedono pochi spazi, devi essere bravo a giocare nello stretto. Quando ci hanno lasciato lo spazio abbiamo provato a fraseggiare, in altre occasioni abbiamo provato a ripartire. La partita è stata fatta nella maniera giusta, simile a quella del ritorno. Col senno di poi si possono fare mille cose. Forse potevamo giocare qualche pallone più avanti ma devi avere qualcuno che li tiene e fa salire la squadra».

Il gol preso nel finale e il risultato della gara potrebbero influire sulla pressione che i giocatori avvertiranno al ritorno: «Cambierà l’atteggiamento al ritorno. Fosse finita 0-0 la partita di ritorno sarebbe stata fatta in un modo. I ragazzi faranno di tutto per ribaltare la partita con l’aiuto del nostro pubblico e la spinta dei tifosi. Non possiamo fare altro che gettare il cuore oltre l’ostacolo per ribaltare il risultato». L’imperativo è crederci: «Non vedo perché non dovremmo crederci. Sono partite equilibrate, si è visto tutto l’anno. Crederci è l’obiettivo primario, non vedo un solo motivo per non farlo. Dobbiamo fare una partita diversa da questa e fare un gol più di loro».

Sull’atteggiamento tattico del Südtirol: «Immaginavo che avrebbero interpretato la gara così, lo hanno fatto per tutto il campionato. Non vengono a prenderti in avanti, aspettano l’occasione. Hanno giocatori strutturati, fisici, li cercano con le palle alte. Scheidler per esempio ha caratteristiche diverse, ha bisogno di palle più pulite. Se loro non trovano spazi possono alzarla perché hanno gente che sa giocare in quel modo». Sulle scelte di formazione: «Folorunsho non poteva giocare ha fastidio al ginocchio e non era a disposizione. I cambi? Chi è entrato lo ha fatto bene. Ho fatto entrare Scheidler, Botta che ha dato una mano come sempre, Benali e Molina hanno esperienza che hanno giocato partite di questo tipo. Devo credere nei giocatori che ho. Avrei potuto fare altri cambi ma nessuno mi dà la certezza che sarebbe andata diversamente». Infine, sulla gara di ritorno: «Non dobbiamo non pensare di risolverla nei primi minuti, dobbiamo sfruttare le occasioni che ci capiteranno per fargli male. Ci vuole una reazione di cuore, di testa e di coraggio. I nostri ragazzi lo hanno sempre dimostrato e lo faranno anche nella prossima partita».

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli