Manchette
sabato 20 Aprile 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Cagliari-Bari 1-1, Mignani soddisfatto: «Orgoglioso dei miei ragazzi, risultato meritato» – HIGHLIGHTS

Michele Mignani in sala stampa ha avuto parole d’elogio per i suoi dopo il pari con il Cagliari: «Non so se sia stato il Bari più bello della stagione. Sono gare delicate e tirate. Posso fare i complimenti ai ragazzi che da inizio anno stanno avendo continuità nell’atteggiamento e nelle prestazioni. Mi inorgogliscono: non hanno mai mollato, hanno sofferto e corso come dannati. Il pareggio è meritato».

Ha colpito la grande intensità dei biancorossi: «Abbiamo provato a dare continuità al lavoro dello scorso anno. Lavoriamo duro in settimana, teniamo alta la concentrazione e la condizione fisica. È merito dei ragazzi, abbiamo cominciato bene in Coppa Italia, avevamo dubbi su che parte potessimo recitare in questo campionato bello e difficile. Abbiamo visto chi è stato promosso e chi è stato retrocesso, squadre partite con altri obiettivi. Ci siamo ritagliati questa possibilità e ce la giocheremo fino in fondo».

Sulla gara di ritorno: «Non abbiamo fatto nulla, c’è da giocare un’altra partita in cui bisogna fare risultato per forza. C’è un’altra squadra davanti con lo stesso obiettivo. La cosa che per me è più importante è vedere gli occhi dei miei ragazzi, guardarli in faccia ogni giorno. So che daranno tutto ciò che hanno e anche di più per provare a compiere un’impresa e a battere una squadra con un allenatore fortissimo. Ora cerchiamo di recuperare energie e diamo tutto».

Pareggiando prima il Bari avrebbe potuto addirittura chiuderla: «Devo essere contento della prestazione della squadra. Non meritavamo di essere sconfitti. Il pari è arrivato alla fine, va bene così altrimenti avremmo dovuto ribaltare per forza il risultato. Il Cagliari ha giocatori forti, un allenatore bravo e una storia alle spalle. Al ritorno è 50 e 50, dobbiamo provare a rifare quello che abbiamo fatto qui».

La porta rossoblù sembrava stregata: «In campo si è concentrati su quello che succede, non ci si ferma a pensare se è andato male un tiro o se il portiere è stato bravo. Bisogna pensare a difendersi, a fare i cambi giusti. Ho grande fiducia nella squadra che mi ha dimostrato ancora di non avere paura di nessuno e di crederci fino alla fine».

Sul rigore fatto tirare ad Antenucci: «Se dovessi far calciare un rigore così pesante a qualcuno lo farei tirare sempre a lui. Ho aspettato fino all’ultimo per fare i cambi. Quando gli ho chiesto se volesse batterlo e non ha battuto ciglio. Era giusto che entrasse lui che ha giocato di meno in queste partite. La squadra ha fiducia in lui, io ho fiducia in lui».

Ottimo anche l’impatto di Ceter: «Il dispiacere di questa stagione è non averlo avuto a disposizione così. Aveva stimoli ulteriori perché è stato a Cagliari, sappiamo quanto può valere e quanto può dare. Può dare una grande mano alla squadra».

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli