Manchette
venerdì 23 Febbraio 2024
Manchette

Lecce, Baschirotto va a mille. «Con la giusta mentalità possiamo battere l’Atalanta»

Occhi puntati sull’Atalanta per Federico Baschirotto, il possente difensore del Lecce, che non nasconde la voglia di fregiarsi di uno scalpo importante come quello della formazione orobica: «Ogni partita è fattibile, perché andiamo sempre in campo con la mentalità giusta, pensando di poter vincere», ha esordito il centrale giallorosso nella conferenza stampa di metà settimana, prima di concentrarsi sulla partita contro i bergamaschi di Gian Piero Gasperini, in programma domani alle 12,30: «Sappiamo che è una squadra tosta, è ormai una big. Ma come l’anno scorso siamo riusciti a portare a casa due vittorie in altrettante partite, possiamo farlo anche stavolta», ha aggiunto, ricordando gli exploit dello scorso anno, tra cui quello del “Gewiss Stadium” con le reti di Ceesay e Blin.

I pericoli, ovviamente, saranno dietro l’angolo: «Hanno un grande attacco e fanno tante rotazioni. A noi manca Pongracic, ma il mister lo sostituirà a dovere. Ci faremo trovare pronti», ha sottolineato ancora Baschirotto, che comunque teme la potenza di fuoco del reparto offensivo della “Dea”, a cominciare dall’ex Lecce Muriel: «Vorrei incontrare Scamacca perché non l’ho mai affrontato. Mi piacerebbe confrontarmi con questo grande attaccante. Ma spero che Muriel non si inventi qualche gol, perché ha dentro di sé quello stile da campione».

Quello che volge al termine è stato un anno ricco di soddisfazioni per Baschirotto, che conserva nel cuore ricordi indelebili delle imprese giallorosse: «Penso alla salvezza conquistata con il Lecce a Monza, alla convocazione con la Nazionale e alla volontà di chiudere il 2023 con una vittoria». La ricetta è molto semplice secondo il poderoso centrale veneto: «Cerchiamo ogni giorno la coesione di squadra. Seguiamo le indicazioni del mister e chiunque vada in campo lo fa per sé stesso, per la squadra e per i tifosi. Dobbiamo farci trovar pronti e non lasciar niente al caso».

Contro l’Atalanta Baschirotto, ancora a secco di gol in questa Serie A, aveva trovato la sua prima marcatura in massima serie: «Il destino ce lo creiamo noi – ha spiegato il difensore – ma sarebbe bello ritrovare il gol proprio contro di loro». Atalanta che sarà un ostacolo complicato, ma per l’ex Ascoli l’obiettivo è cercare la vittoria a ogni costo, per fare un altro passo importante nella corsa salvezza: «Venti punti sono un buon bottino, ma dobbiamo cercare di fare sei punti nelle ultime due partite del girone di andata», dice Baschirotto, i cui obiettivi personali sono in piena sintonia con quelli della società presieduta da Saverio Sticchi Damiani: «La mia ambizione è portare questi colori sempre più in alto. Non mi pongo limiti, così come non se li pone questa società. Speriamo di toglierci tante soddisfazioni insieme», ha concluso.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli